Seleziona una pagina

Ottimizzare la produzione dei nostri contenuti in ottica SEO significa fare attenzione a moltissimi fattori, tra cui uno dei più importanti è sicuramente la scelta delle parole chiave da utilizzare.

Una buona scelta di keyword può contribuire significativamente ad un migliore posizionamento delle nostre pagine per quelle stesse parole chiave ed avere un impatto positivo sul numero e la qualità delle visite che il nostro sito otterrà dai motori di ricerca. Come procedere dunque?

Ecco un processo di pianificazione di contenuti basati su una ricerca di parole chiave semplice ed efficace, utile a pubblicare pagine che possono rivelarsi una buona fonte di traffico per il nostro sito .
Prendiamo l’esempio di un blog, sia esso una risorsa aziendale o privato.

1. Identificare

Per prima cosa è fondamentale identificare da subito il tipo di contenuto che si vuole produrre.


Photo Credit: http://www.flickr.com/photos/42931449@N07

Scrivere una recensione o un comunicato stampa non è infatti la stessa cosa, ed identificare quale forma avrà il nostro contenuto o a che tipologia possiamo associarlo ci può significativamente aiutare nel processo di produzione. Alcune tipologie di contenuti che vanno per la maggiore sul web, lo sappiamo bene, sono liste, comunicati stampa, guide, recensioni e in generale tutto ciò che è utile a diffondere informazione.

Individuate che scopo avrà il vostro contenuto e in che forma volete scriverlo: sembra banale ma è un passaggio fondamentale che viene spesso trascurato.

2. Monitorare

In questa fase è importante cercare di capire che cosa vuole leggere il nostro potenziale pubblico.


Photo Credit: http://www.flickr.com/photos/42931449@N07

A questo scopo, almeno due o tre risorse (gratuite) di qualità ci possono tornare utili per individuare i migliori argomenti di cui scrivere all’interno della nostra nicchia.
Google Alert solo per citare il più conosciuto, può essere utilizzato per monitorare l’uso di specifiche parole chiave, in modo da avere un’idea più precisa di quanto vengono citati determinati argomenti nella blogosfera.

Allo stesso modo può essere utile identificare, e qui Google ci aiuta ancora moltissimo, quanta competitività c’è nei contenuti associati alle keyword che andiamo ad individuare per i nostri post.

Google Instant Search o Google Insights possono esserci molto utili nel capire le tendenze di ricerca per specifiche parole chiave in particolari mercati e rifinire ancora di più la ricerca di keyword su cui costruire i nostri contenuti. Nel caso si abbiano già dati a disposizione sui propri visitatori, anche Google Analytics può essere uno strumento molto utile a questo scopo, segmentando le parole chiave provenienti dalla ricerca organica e valutando cosi’ da quali keyword si ottiene già un buon numero di visitatori.

3. Focalizzarsi

Una volta individuate le parole chiave che andranno a costituire il focus del nostro post proviamo ad ampliarle attraverso un qualsiasi strumento per la ricerca e selezione di parole chiave.


Photo Credit: http://www.flickr.com/photos/comedynose/

Cosi’ facendo otterremo moltissime varianti delle nostre keyword di base, che potremo ulteriormente applicare, in funzione dei nostri scopi, associandovi alcuni elementi di determinazione quali ad esempio una specifica località o un prodotto.

Immaginiamo che la keyword principale del nostro blog sia “consigli per il giardinaggio”. Con uno strumento per parole chiave possiamo ottenere suggerimenti per ampliarla fino a comprendere termini come “suggerimenti per il giardinaggio” o “consigli di botanica”, mentre aggiungendo una determinazione di località otterremo, ad esempio, “consigli per il giardinaggio in Liguria”.

In generale conviene utilizzare la ricerca di keyword con moderazione, individuando un massimo di 4-5 variazioni di parole chiave per post e non utilizzandole in maniera forzata, quanto piuttosto attenendosi sempre alla (ottima) regola generale di scrivere contenuti leggibili dall’utente finale e ben sviluppati.

4. Pianificare

Ultimo passaggio della nostra strategia di pianificazione SEO friendly è quello di organizzare la produzione dei nostri contenuti.


Photo Credit: http://www.flickr.com/photos/stargardener/

Attraverso la creazione di un vero e proprio calendario editoriale avremo sotto mano tutto quello che dovremo scrivere e che potremo suddividere per data, titolo, argomento, parole chiave ecc…

Basta una semplice tabella, si può fare benissimo in Word o in Excel.
Mano a mano che ci vengono idee per scrivere contenuti potremo facilmente inserirle all’interno del nostro calendario, in modo da avere immediatamente sott’occhio che direzione sta prendendo il contenuto del nostro sito.

Ovviamente la pianificazione è liberamente personalizzabile. Di solito è consigliabile suddividere i contenuti almeno per data di pubblicazione, titolo, tipologia dei contenuti, argomento principale e parole chiave utilizzate, ma ciascuno può, naturalmente, integrare questo tipo di modello a piacere.